Fra il 2011 e il 2012, quando intervenne comprando i titoli di Stato dei Paesi in difficoltà, la Bce ha acquistato 102,8 miliardi di euro di bond italiani, la quota maggiore fra i Paesi dell’Eurozona nell’ambito del programma Smp (Security markets program). Lo rivela la Bce. Seguono Spagna (44,3 miliardi), Grecia (33,9), Portogallo (22,8) e Irlanda (14,2).

Bce: utile netto vicino al miliardo
La Bce ha chiuso il 2012 con un utile netto in aumento del 37% a 998 milioni da 728 milioni l’anno prima anche grazie al balzo del margine di interesse, salito l’anno scorso a 2,289 miliardi da 1,999 miliardi nel 2011. Di questo, 1,108 miliardi (un miliardo circa l’anno prima) derivano dai titoli di Stato acquistati dall’Eurotower nel quadro del programma Smp diretto ad arginare la crisi debitoria europea. I titoli di Stato greci hanno fruttato 555 milioni in margine di interesse (654 milioni nel 2011), pari al 24,2% del totale raccolto sotto questa voce. L’utile lordo é balzato a 2,164 miliardi (da 1,894 miliardi nel 2011), di cui 1,166 miliardi trasferiti a fine 2012 alla voce accantonamenti a fondo rischi (su cambi, tassi e oro, così come su crediti) che salgono così a 7,529 miliardi.