Segretari dei Sindacati chi li elegge i lavoratori o pappagone?Jobs act,Renzi:«Avete difeso le ideologie,non i lavoratori»-Corriere.it

Segretari dei Sindacati chi li elegge i lavoratori o pappagone?Jobs act, Renzi:«Avete difeso le ideologie, non i lavoratori»-Corriere.it.

Segretari dei Sindacati chi li elegge i lavoratori o pappagone?

Spesso si cita “ Repubblica delle banane ” e l’Italia quale Repubblica sia di De Benedetti che riceve risarcimenti milionari per una Azienda tanto da mandarla in bancarotta?

I SINDACATI

Quale bilancio annuale e perchè mai non eletti dal lavoratore per Legge?

Giustizia o Azienda in perdita tanto da licenziarli per scarso rendimento visto che in media le Sentenze avvengono poco prima della morte del malcapitato?

CREDITO, perchè la Ue.BBE ha regalato miliardi alle banche e questi non sanzionati?

SANITÀ è bello dare un calcio in culo da pensionato per pagarsi le medicine o pagare i ticket e non lasciare che il Cittadino chi può si cura in privato e richieda il risarcimento nella denuncia dei redditi?

RAI-TV Perchè pagare il pizzo del canone, mentre era semplice trasformarla in Public Company?

http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.it/2014/09/segretari-dei-sindacati-chi-li-elegge-i.html

http://www.corriere.it/politica/14_settembre_19/corte-strasburgo-esaminera-dei-ricorsi-berlusconi-7bf489c4-401b-11e4-a191-c743378ace99.shtml

http://www.panorama.it/economia/lavoro/jobs-act-biagi-dantona/

http://www.corriere.it/economia/14_settembre_20/beffa-tasi-piu-cara-dell-imu-detrazioni-solo-un-comune-tre-974454ec-4080-11e4-ada3-3c552e18d4d4.shtml

http://www.ilgiornale.it/news/vendola-stanga-i-pugliesi-e-mette-tassa-sul-cancro-1053328.html

http://www.corriere.it/economia/14_maggio_08/ma-quanto-valgono-cgil-cisl-uil-12-miliardi-euro-317cab44-d697-11e3-b1c6-d3130b63f531.shtml

 

 

L’UNIONE EUROPE QUALI VANTAGGI? L’AGRICOLTURA E’ ABBANDONATA, CASA SACCHEGGIATA, PRESTITI DI DRAGHI( BBE ) SOLO A BANCHE E PERCHÉ‘ MAI SENZA PALETTI DI INCAMERARLI SENZA CONCEDERE PRESTITI, LINEA CREDITI ALLE AZIENDE ED ARTIGIANI DA SEMPRE  FULCRO DEL DI RIPRESA? 

TASSE

CIPPUTI&SON RIDOTTI A STRACCIONI A ELEMOSINARE SPICCIOLI COME FECE PRODI DI DARE 14 LORDE AI POLIZIOTTI, MENTRE AI MAGISTRATI SINO A 7 SCORTE E RICEVERE ORDINI:” FATEVI LARGO ANCHE CON LA FORZA ” E SE PER CASO DEVONO USARE LE ARMI, SE SBAGLIANO, PAGANO RICEVENDO UN SOPRANNOME DI ” SPACCAROTELLA” MA IL SINDACATO S’INGRASSA MAI VISTO UNO DISOCCUPATO O SENZA SCRANNO IN PARLAMENTO.

QUALE DELEGHE E DA CHI ELETTI PER RECLAMARE DIRITTI ALLO STATO?

L’ALTRA FACCIA DELLA CASTA. I SINDACATI: NIQENTE ICI, LIBERTÀ DI LICENZIAMENTO E NESSUN BILANCIO CONSOLIDATO

I SINDACATI:

Ma quanto valgono Cgil, Cisl 


e Uil? 1,2 miliardi di euro

Nel patrimonio della Cgil ci sono circa 3 mila immobili, 5 mila in quello della Cisl  Quanto costa dare il mandato ai sindacati per riscuotere i crediti da lavoro? https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090226071757AAHwBpX

di Enrico Marro

(Ansa)(Ansa)
shadow

ROMA – Poiché Cgil, Cisl e Uil vantano insieme 12,3 milioni di iscritti, sono per definizione una potenza economica. Ogni iscritto paga infatti una tessera e una quota mensile, trattenuta sullo stipendio o sulla pensione, all’incirca l’1%. Trattenuta a vita, salvo disdetta per iscritto. Un lavoratore, insomma, si può stimare prudentemente che versi al sindacato in media circa 130 euro all’anno e un pensionato 60. Considerando che i lavoratori iscritti alle tre confederazioni sono 6,3 milioni si tratta di circa 828 milioni, ai quali si sommano altri 360 milioni che arrivano da pensionati e altri iscritti (disoccupati, per esempio). In tutto quasi un miliardo e duecento milioni l’anno che arrivano dai tesserati. Che rappresenta certamente la quota maggiore delle entrate del sindacato.

Le risorse

Ma ci sono anche risorse che vengono da finanziamento pubblico, «diretto e indiretto», come scrisse Giuliano Amato nella relazione consegnata al governo Monti nel 2012, che lo aveva incaricato di far luce sul tema per vedere se era possibile tagliare qualcosa. Amato si soffermò su tre voci: i distacchi sindacali nel pubblico impiego, cioè lavoratori che fanno i sindacalisti ma continuano a prendere lo stipendio dall’amministrazione pubblica; i fondi ai patronati, che assistono gratuitamente lavoratori e pensionati in particolare nelle pratiche previdenziali; i fondi ai Caf che si occupano invece di compilare e trasmettere le dichiarazioni dei redditi. L’ex premier concluse che ci sono margini solo sui distacchi nel pubblico impiego, che causano assenze retribuite dal lavoro corrispondenti a 3.655 dipendenti l’anno (uno su 550) per un costo di 113,3 milioni di euro. E guarda caso una delle 44 proposte di riforma della pubblica amministrazione lanciate dal governo Renzi prevede il dimezzamento dei distacchi. Per il resto, Amato suggeriva di non tagliare, né sui patronati né sui Caf, perché svolgono funzioni essenziali (riconosciute da sentenze della Corte costituzionale quelle dei patronati, che inoltre sono finanziati con i contributi versati dalle aziende all’Inps) sia perché entrambi hanno già subito pesanti tagli dei contributi. Ogni anno ai patronati vanno circa 430 milioni di euro. Una somma che si dividono una trentina di sigle, in base all’attività svolta. Certo la parte del leone la fanno i patronati di Cgil, Cisl e Uil, ma ci sono anche gli istituti promossi dai sindacati minori e dalle associazioni delle imprese. Ai Caf vanno invece circa 170 milioni. In questo caso le sigle sono addirittura 80. Il 45% dell’attività viene svolto dai centri di Cgil, Cisl e Uil e degli altri sindacati, il resto dai Caf delle altre associazioni (datori di lavoro, professionisti, organizzazioni cattoliche).

I patronati

Distacchi, fondi pubblici ai patronati e ai Caf, sono forme indirette di finanziamento, di cui non si trova traccia nei bilanci dei sindacati. Caf e patronati hanno infatti bilanci separati. Ma anche restringendo il campo di osservazione ai sindacati non si troverà altro sui rispettivi siti che i bilanci delle confederazioni nazionali. Non esiste insomma il bilancio consolidato, che tiene insieme tutte le strutture sindacali, di categoria (metalmeccanici, chimici, pubblico impiego, ecc.) e territoriali (regioni, province, ecc.). E parliamo di Cgil, Cisl e Uil, perché se passiamo ai sindacati minori talvolta non esistono nemmeno i bilanci o meglio sono segreti. Basti pensare all’Ugl e forse non è un caso, vista l’inchiesta della magistratura che ha travolto il segretario Giovanni Centrella accusato di appropriazione indebita aggravata.

I bilanci

Del resto i sindacati sono associazioni di fatto e in quanto tali non hanno obblighi particolari. Ogni sigla si comporta come meglio crede. Fino a poco tempo anche la Fiom-Cgil, che adesso con il segretario Maurizio Landini chiede trasparenza, teneva nascosto il proprio bilancio. Poi, dopo l’arrivo di Renzi e il pressing su «tutte le spese online», la svolta. Sul sito Landini ha fatto pubblicare non solo il bilancio ma anche le sue buste paga e le retribuzioni medie dei dipendenti della struttura nazionale. Apprendiamo così che Landini guadagna 2.250 euro al mese. Per i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dobbiamo attenerci invece a dichiarazioni e notizie filtrate sui media negli ultimi anni: circa 3.500 euro al mese disse di ricevere l’ex segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, 4 mila euro quello della Uil, Luigi Angeletti, 4.500 Raffaele Bonanni. Infine, Cgil, Cisl e Uil hanno una grande ricchezza patrimoniale: circa 3 mila immobili la Cgil, 5 mila la Cisl e un numero imprecisato la Uil. Tutto grazie a una legge (la 902 del 1977) che attribuì loro gratuitamente il patrimonio dei disciolti sindacati fascisti. 

 

http://www.corriere.it/economia/14_maggio_08/ma-quanto-valgono-cgil-cisl-uil-12-miliardi-euro-317cab44-d697-11e3-b1c6-d3130b63f531.shtml

 

 

Canone Rai: chi guadagna di più pagherà caro

SERVIZIO PUBBLICO ZAVORRATO DA TROPPI COSTI  DI FABIO PAVESI 03 GIUGNO 2 014

 

Servizio pubblico zavorrato da troppi costi di Fabio Pavesi03 giugno 2014 IN QUESTO ARTICOLO Argomenti: Bilanci delle imprese | RAI | Telecom | Italia | SKY | Corte dei Conti | Mediobanca | Berlusconi | Mediaset My24 Tra dirigenti, giornalisti, impiegati, tecnici, coristi e orchestrali la “Grande Rai” conta oltre 11.500 dipendenti, più della somma dei lavoratori di tutti gli altri operatori televisivi operanti in Italia. Tutti i dipendenti di Mediaset, Sky e Telecom Italia Media messi insieme non arrivano a toccare quelli della Rai. Certo la Rai ha una funzione di servizio pubblico che gli altri non hanno, ma basta questo a giustificare tanta elefantiasi? Solo il costo del lavoro assorbiva nel 2012 (fonte R&S Mediobanca) il 40% di tutti i ricavi. Aggiungi gli altri costi (dalle sedi regionali, all’acquisto dei programmi e così via) e non c’è da stupirsi che la Rai chiuda quasi sempre in perdita. Tra il 2008 e il 2013 la Rai è riuscita a cumulare perdite per 400 milioni. Troppi costi che finiscono per superare i ricavi tuona, senza successo, ogni anno la Corte dei di Fabio Pavesi – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/35xE9D

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-06-03/servizio-pubblico-zavorrato-troppi-costi-063827.shtml?uuid=ABx2UDNB

COME MAI ILLUSTRI PRINCIPI DEL FORO NON COMBATTANO PER UNA RAI-TV  DI PUBLIC COMPANY PER NON PAGARE IL PIZZO PER SOVVENZIONARSI SPOT AGGRATIS DA SANTORO$C? 

Art. 18, Camusso: «Renzi come Thatcher». Landini: «Ci prende per il c…» MA LANDINI$CAMUSSO CHI LI HA VOTATI I LAVORATORI? PERCHÉ’ MAI I SEGRETARI NON VENGONO ELETTI DEMOCRATICAMENTE COL VOTO DEI LAVORATORI?

Matteo Renzi e Susanna Camusso

MIOPIA DELLA GIUSTIZIA O PUNIZIONE DA ODIO DA PARTE DI MERDINE COMUNISTI?

PENSACI GIACOMINO!

BERLUSCONI CONDANNATO DALLA CORTE D’APPELLO DI MILANO A PAGARE 560 MILIONI DI EURO ALLA CIR DI CARLO DE BENEDETTI, PER I DANNI CAUSATI DALLA CORRUZIONE GIUDIZIARIA CHE PORTÒ ALLA SCALATA DELLA MONDADORI.

Annunci

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: